Progetto “Io si che valgo” – Incontro al Grassi

“ Questo non è amore! “

Di fronte ad un pubblico di studentesse e di studenti attenti e coinvolti si è svolto nell’ aula magna del Liceo Scientifico Statale “G.B. Grassi” di Latina, non a caso in occasione della festa di S. Valentino, il progetto “Io sì che valgo”, proposto dalla Questura di Latina e  finalizzato alla sensibilizzazione dei giovani  riguardo il tema della violenza di genere, in particolare del femminicidio.

All’ incontro, organizzato dai professori Sabrina Calvosa e Alberto Izzo, erano presenti la Polizia di Stato, nelle persone del Vice Questore Aggiunto Manuela Iaione e dell’Ispettore Tommaso Malandruccolo, la psicologa e psicoterapeuta Irene Zara della cooperativa Utopia 2000 e Alessandra, coraggiosa testimone diretta di una vita fatta di abusi e violenze.

“Parlate! Parlate!” con quest’appello Alessandra si è rivolta più volte alle ragazze.

“Sono stata con due mostri” la donna ha iniziato così il suo drammatico racconto, suscitando commozione e stupore nel giovane pubblico.

Nella sua voce tremante era individuabile il dolore, quel segno indelebile  impresso nell’anima dall’esperienza subita,ma allo stesso tempo la determinazione mista  alla rabbia riemergeva violentemente da quella miriade di ricordi.

Aveva solo dodici anni quando si innamorò del primo mostro. All’inizio tutto era perfetto e all’età di diciotto anni diede alla luce la prima figlia.

All’improvviso tutto cambiò. “Cominciò tutto da uno schiaffo”  al quale seguì una serie di violenze, non solo nei suoi confronti, ma anche verso la piccola. “Quando sembrava essere tutto finito e trovai finalmente la serenità, incontrai il secondo mostro”; qui si è interrotto per l’emozione il racconto di Alessandra, lasciando spazio alle domande degli studenti attoniti e sconvolti.

A questo punto ha preso la parola l’ispettore Malandruccolo che, riferendosi a un episodio recente, si è rivolto soprattutto alle ragazze, trasmettendo un importante insegnamento : “Se è violento con gli altri, lo sarà anche con voi! “; ha evidenziato così l’immutabilità delle persone violente nel tempo e con spiccato istinto paterno ha invitato a prenderne le distanze.

Anche il Vice Questore Manuela Iaione è intervenuta mettendo in guardia dalla “sindrome della crocerossina” e insistendo sulla necessità di non sottovalutare mai i segnali di una situazione anomala.
Al termine della conferenza Alessandra ha preso nuovamente la parola: “Se vi picchia, non è amore! “ e ha invitato le ragazze a lasciarsi trasportare non solo dal cuore, ma a fare affidamento anche sulla ragione.

Elisabetta Faiola e Sanda Dobrovolschi (classe II B)

Torneo di dama al Grassi

a cura del prof. Maurizio Vaccaro

Torneo di dama italiana al Liceo Grassi: vince Federico Di Trapano!

Al Liceo Grassi il 24 febbraio si è disputato, per la prima volta da 10 anni, il torneo d’Istituto per la dama italiana, valido per la qualificazione delle squadre alla fase provinciale in programma il 15 marzo al Galilei. Oltre 40 i partecipanti tra allievi e juniores senza differenze di sesso. Campione d’Istituto è Federico Di Trapano, che vince per spareggio tecnico con 4 vittorie su Paolo Ialleni, primo allievo comunque. Terzo a 7 punti sempre per spareggio tecnico Valerio Azzati, habitué dei primi posti tra scacchi e dama, su Francesco Sciacca, anche lui molto bravo nelle due discipline della mente (veramente tre, perché forte anche in dama internazionale, il cui torneo d’istituto si svolgerà il pomeriggio dell’8 febbraio). Purtroppo né Francesco né gli altri bravi allievi che lo seguono potranno partecipare alla fase provinciale perché impegnati in visita d’istruzione il 15. Sono Matteo Virgolino e le ragazze Bianca Serangeli, Giulia Testa, Giorgia Rosella e Francesca Petrillo, che superano per spareggio tecnico con lo stesso punteggio i pur altrettanto bravi Virgilio Grassucci e Danilo Reali, quest’ultimo appunto per le defezioni di tutte le ragazze precedenti per i motivi su detti ammesso alla fase provinciale per la categoria allievi con Paolo Ialleni ed Edoardo Valentini, che lo seguiva immediatamente all’11° posto con 5 punti. Per la categoria junior si qualificano invece sicuramente Federico Di Trapano e Valerio Azzati, mentre è da decidere tra Francesca Petrillo e Virgilio Grassucci.

Molto interessante quindi il torneo, in cui anche le poche ragazze presenti si sono molto distinte piazzandone ben 4 tra i primi 8: peccato solo che nella dama non esiste la categoria femminile, perché con loro si poteva arrivare alla finale nazionale come accade ormai da 5 anni negli scacchi.

La classifica può essere visualizzata usano il  seguente collegamento

 

Campionati studenteschi di sci alpino

liceo scientifico G.B. Grassi di Latina

A cura del prof. Gaetano Onnelli

CAMPIONATI STUDENTESCHI SCI ALPINO

Fase regionale Lazio – Campo Felice (AQ) 21 febbraio 2018

Si sono svolte mercoledì 21 febbraio 2018 le finali regionali di sci alpino nella pista Sagittario di Campo Felice (AQ).

La manifestazione ha visto la partecipazione di 14 scuole di primo grado e 18 istituti di secondo grado tra cui la nostra scuola,, per un totale di 256 alunni, tra allieve e allievi,

Il liceo scientifico “G. B. Grassi” ha ben figurato sia nella gara maschile che in quella femminile, ottenendo un 5° posto nella classifica a squadre, categoria allievi, e un secondo posto assoluto (Picchi) nella categoria allieve.

Un ringraziamento particolare da parte del prof. Onnelli, docente accompagnatore, a tutti i partecipanti per l’impegno profuso e per i risultati conseguiti.

Arrivederci all’anno prossimo.

ROSTER SQUADRE:

ALLIEVE 2001, 2002, 2003.

PICCHI ROBERTA
SBERNA ALESSIA
ROSELLA GIORGIA
TARI GIORGIA.

ALLIEVI 2001,2002,2003.

DI MANNO MATTIA
MOSCONI JACOPO
BELI CARLO MATTEO
GIOVANNETTI GIULIO.

Millennial Lab 2030

A cura della prof.ssa Letizia Cherri

Giovedì, 15 Febbraio, nell’aula Aula Magna  del Liceo Scientifico G.B. Grassi  si è svolto, alla presenza di oltre 350 studenti e studentesse e dei rappresentanti delle istituzioni, dell’università , del mondo della scuola  e dell’imprenditoria locale,  il primo dei 3 workshop previsti per il progetto di Alternanza Scuola Lavoro Millennial Lab 2030 che ha visto coinvolti gli studenti e le studentesse della classe 4B, il Coordinatore del progetto docente dell’ università  LUISS Luciano Monti, il Sindaco di Latina Damiano Coletta, l’Assessore alle Politiche Giovanili Cristina Leggio, il Presidente del Club di Latina Paolo Marini e le docenti referenti Letizia Cherri e Sabrina Calvosa.

La regia, il dibattito, l’organizzazione e  la gestione della giornata sono state interamente realizzate  dagli studenti della classe 4B, che hanno saputo  coinvolgere  in modo attivo e dinamico gli studenti e i relatori anche  attraverso un “quiz virtuale” diretto a monitorare le conoscenze ex -ante le tematiche proposte. Hanno partecipato in collegamento via Skype da  Nannestad – Norvegia , la prof.ssa Barbara Zielonka ed i suoi studenti e studentesse.

L’evento è stato l’espressione di un fare scuola diverso e innovativo che ha visto gli studenti  e le studentesse protagonisti di una collaborazione strategica tra scuola, università, istituzioni e impresa per una crescita più inclusiva, intelligente e sostenibile.

Il progetto Millennial Lab 2030, promosso dalla Fondazione Visentini , co-finanziato dal Programma UE Erasmus+/Jean Monnet,  coinvolge  13 Istituti scolastici  di secondo grado  situati in varie  regioni d’ Italia ed ha  come obiettivo primario  quello di  sensibilizzare gli opinion-makers, del mondo istituzionale, accademico, sociale, culturale ed economico, sia a livello nazionale sia a livello locale, nonché la generazione Millennial, sul futuro che l’attende e spingere tutti  al raggiungimento  degli Obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite  per un miglioramento del processo d’integrazione europea.

Gli eventi programmati, tre workshop per ciascuna scuola, prevedono un ruolo attivo degli studenti e delle studentesse,  che  avranno il compito di  interagire con gli amministratori e le parti sociali coinvolte a livello locale, circa il divario generazionale del proprio territorio. Questo parametro è calcolato in classe  nel  percorso di alternanza scuola lavoro.

Le scuole e i giovani  sono chiamati a discutere sulle sfide che la Generazione Millennial dovrà affrontare nei prossimi anni.

I prossimi due incontri si terranno  rispettivamente il 3 marzo  ed il 13 marzo  p.v. e affronteranno le seguenti tematiche: la crescita sostenibile e la crescita inclusiva.

Il progetto si  concluderà l’undici aprile 2018 in occasione del  terzo Festival dei Giovani di Gaeta, dove ancora una volta gli studenti e le studentesse del Liceo Grassi saranno protagonisti.

Giornata internazionale della Luce 2018

A cura del prof. Enzo Bonacci

La DS Giovanna Bellardini è lieta d’invitare la cittadinanza alla
“Giornata Internazionale della Luce” il 16 maggio 2018, evento
organizzato dal Prof. Enzo Bonacci e dal Club per l’UNESCO di Latina.
La locandina dell’evento è consultabile seguendo questo link.
I partner dell’iniziativa sono: Luogo Arte Accademia Musicale
(www.luogoarte.it), l’Associazione di Protezione Civile “A.P.C.
Sermoneta O.N.L.U.S.” e la Società Filosofica Feronia (Sezione di
Latina della Società Filosofica Italiana). Il programma dettagliato
delle conferenze in Aula Magna, degli spettacoli al Planetario e delle
esibizioni artistiche che caratterizzeranno l’IDL2018 sarà reso noto
verso il mese di aprile, ma si può già anticipare che gli studenti del
Liceo Grassi saranno protagonisti con uno spettacolo teatrale ispirato
al Dialogo sui Massimi Sistemi di Galileo (Classi VD e VH dell’ASL “Io
dico l’Universo” – referenti Prof. Alessia Di Lorenzo ed Enzo Bonacci)
e con un esperimento sulla natura ondulatoria della luce (Progetto
“Planetarium” – referente Prof. Bonacci). Keynote speaker sarà il
Professor Massimo Santarsiero del Dipartimento di Ingegneria
dell’Università degli Studi “Roma Tre”.

Collegamenti esterni:
https://www.lightday.org/events
https://www.sif.it/attivita/day-of-light

Farmindustria ospite al G.B. Grassi

A cura di Matteo Nulli studente della classe 3°N

Alternanza Scuola Lavoro:

30 Gennaio 2018 – Farmindustria ospite al G.B. Grassi

 

La classe 3^N del Liceo Scientifico G.B. Grassi di Latina, all’inizio dell’anno scolastico 2017/2018, ha iniziato il Progetto Pilota di Alternanza Scuola Lavoro dopo essere stata scelta, tra tutti i Licei del Lazio, da Farmindustria, l’Associazione delle Imprese del farmaco.

I primi incontri si sono svolti presso la loro Sede principale di Largo del Nazareno e presso il centro di ricerca e per le biotecnologie del Gruppo Menarini nella sede di Pomezia e poi il 25 gennaio siamo stati invitati a partecipare all’evento organizzato nell’Auditorium della Tecnica di Confindustria a Roma, per la firma del Protocollo d’Intesa per l’Alternanza Scuola Lavoro con l’Ufficio Scolastico della Regione Lazio.

Martedì 30 gennaio, finalmente, li abbiamo accolti qui a scuola insieme ai ragazzi dell’ Istituto di Istruzione Superiore “Largo Brodolini” di Pomezia che con noi partecipano al progetto.

La mattinata è trascorsa interamente nel laboratorio di Biologia suddivisa in due momenti principali: nel primo incontro il Dottor Giuseppe Caruso (Capo Area Ricerca – Direzione Tecnico Scientifica di Farmindustria) ha illustrato agli alunni il processo della sperimentazione di un farmaco e le nuove normative a riguardo, sia del Governo Italiano sia dell’Unione Europea;

nella seconda parte ha preso parola la Dottoressa Elisabetta Pozzetti che ha spiegato quali fossero le leggi e le autorizzazioni necessarie al fine di poter produrre un farmaco nella propria fabbrica.

Si è approfondito poi il tema delle forme farmaceutiche, ovvero del tipo di profilo e conformazione più adatta ad un certo tipo di farmaco.

La conferenza si è conclusa con un piccolo dibattito arricchito con domande da parte degli studenti.

Stiamo intraprendendo un percorso impegnativo, ricco di stimoli e sicuramente unico nel suo genere che in questi tre anni ci vedrà entrare nelle Aziende I.B.I. Lorenzini, nella Menarini, nella BSP Pharmaceuticals, nella AbbVie e nella Janssen-Cilag.

In un certo senso ci sentiamo un po’ privilegiati: una macchina così grande ed importante si sta muovendo al momento solo per 40 ragazzi!

Speriamo che non rimanga una goccia nell’oceano, ma che possa coinvolgere tante altre realtà produttive del nostro territorio e renderle più vicine a noi studenti.