Inaugurazione Mostra C.H.A.GALL

L’identità ritrovata

 

E’ con l’inaugurazione della mostra “Identità ritrovata” che si è conclusa l’esperienza formativa dei nostri dieci ragazzi partecipanti al programma Erasmus+ “C.H.A.GALL”: la chiusura di un progetto studentesco e l’apertura di un percorso umano, sociale e culturale rivolto all’intera Città.

La sera del 5 maggio un’entusiastica partecipazione ha accompagnato l’evento inaugurale al Museo Civico di Latina Duilio Cambellotti. Ad accogliere i numerosi ospiti, gli studenti del Grassi affiancati dai loro giovani colleghi del liceo Majorana (scuola capofila). Molte le personalità di spicco che hanno presenziato alla serata, fra le quali l’assessore alla cultura Antonella Di Muro e il Presidente della Commissione Cultura Fabio D’Achille, figure fondamentali per il supporto all’effettiva realizzazione della mostra.

Alle presentazioni della dirigente del Majorana e dei docenti referenti si sono alternati interventi di grande coinvolgimento emotivo: la lettura della poesia di Sergio Ban attraverso la voce commossa del figlio Eros, il ricordo affettuoso del Professor Trabucco ai suoi amici artisti, la gratitudine della gallerista Lydia Palumbo per la riscoperta di quelle opere da lei custodite negli anni. La passione e l’impegno dei ragazzi sono stati ricompensati dagli applausi e le congratulazioni del pubblico per la riuscita del loro lavoro.

La mostra, che si protrarrà fino al 19 del mese, racchiude opere di ogni genere relative all’Agro pontino, dipinti e incisioni, sculture e fotografie. Il fine è quello di raccontare l’affascinante storia del nostro territorio attraverso il lavoro di artisti che durante il secolo scorso vi hanno operato, traendone ispirazione e vivendone la vera realtà ed essenza: Giulio Aristide Sartorio, Duilio Cambellotti, Giuseppe Rivaroli, Pierluigi Bossi (Sibò), Attilio Ravaglia, Ilde Tobia Bertoncin, Rinaldo Saltarin, Lelia Caetani, Adriano Massaccesi, Ezio Colosimo, Sergio Ban, Roberto Fabiani e Raoul Malagola  contribuendo allo sviluppo artistico e culturale della città di Latina.

Dietro ogni singolo quadro esposto si nasconde il minuzioso ed attento lavoro degli studenti. Dall’affissione del chiodo fino alla redazione dei comunicati stampa, i ragazzi si sono confrontati  con le difficoltà di uno specifico contesto lavorativo. Hanno dovuto impersonare la figura professionale dell’Art Gallery Manager che richiede abilità in ambito artistico, relazionale, commerciale, giuridico e tecnico. Una serie di competenze trasversali impartite da esperti professionali del settore durante il periodo di mobilità all’estero nel mese di settembre 2017.

Se l’Erasmus ha permesso ai nostri ragazzi di riscoprirsi cittadini europei, questa mostra li ha resi davvero parte attiva e integrante della vita culturale della loro Città.

 

Federica Bisterzo, Alessia Di Raimo, Sofia D’Uva,Lorenzo Favaro, Giulia Iorio, Carolina Ludovici,

Francesca Mariani Cleo Meacci, Giorgio Roccato, Marco Zemella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *