Più libri, più liberi

A cura di Azzura Lambiasi e Renée Piattella

Ogni lettore quando legge un libro legge se stesso.

Questo è lo slogan che abbiamo ripetuto durante i 5 flashmob che, a grande richiesta,  noi ragazzi abbiamo presentato a Roma nella Nuvola di Fucsas venerdì 7 dicembre. Ciascuno di noi si è esibito con un libro in mano, che non ha rappresentato per noi solo il simbolo della manifestazione Più libri, più liberi ma ci ha uniti nell’entusiasmo dei nostri docenti, con l’obiettivo di riassaporare il gusto della pagina e quel profumo di antico oggi perduto.

Durante la conferenza tenutasi nella Sala Marte per presentare il Patto per la lettura, propostaci dal Comune di Latina, in collaborazione con l’Università di Tor Vergata e con una rete di scuole, abbiamo avuto il piacere di donare a ciascun partecipante una foglia sulla quale abbiamo scritto pensieri di autori celebri allo scopo di accostare la potenza della parola alla fragilità della foglia.

Al termine della manifestazione l’assessore alla cultura di Latina, Silvio Di Francia, ci ha manifestato con orgoglio il proprio ringraziamento per la nostra partecipazione così attiva. Siamo tornati a Latina fisicamente stanchi, ma felici e carichi di emozioni per la bella sperienza maturata.

Un ringraziamentoparticolare va alle nostre professoresse, Gallucci, Stirpe e Monaco, a Maria Elena Lazzarotto, che ha curato le coreografie dei nostri flashmob e alla responsabile della biblioteca di Latina, dott.ssa Francesca Cirilli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *