Giochi della mente

A cura del professor Maurizio Vaccaro.

I ragazzi del Liceo Grassi sul podio in tutti i tornei provinciali dei giochi della mente negli ultimi 15 giorni!

Chiusi in casa per il lockdown, impegnati quotidianamente nelle lezioni online, attenti ad uscire con prudenza e saggezza anche dopo l’allentamento delle restrizioni, molti appassionati dei giochi della mente che durante quest’anno e gli anni precedenti hanno contribuito a formare un gruppo di giocatori piuttosto forti nelle discipline degli scacchi, della dama e del bridge ad onore del Liceo, proprio nei momenti più complicati dell’anno, viste le interrogazioni e i compiti finali, sono
comunque riusciti a disputare i tornei su piattaforme online che l’Uff. di Ed. Fisica del capoluogo ha inteso sperimentare.

E non sono state partecipazioni di bandiera: hanno iniziato nel torneo di dama Italiana ottenendo un incoraggiante terzo posto – miglior giocatore della squadra il Campione d’Istituto Cristiano Di Palma – tenuto conto che hanno potuto giocare soltanto in 4 per un disguido informatico mentre la classifica a squadre teneva conto dei punteggi dei primi 5 giocatori per scuola. Due giorni dopo la rivincita nel torneo di dama Internazionale, nel quale i rappresentanti del Grassi questa volta in 5, sempre con Cristiano Di Palma e Francesco Sciacca ma con il rinforzo di due giocatori del primo anno del Liceo stesso in rampa di lancio per i posti nella nazionale Allievi (e che si vedranno all’opera anche nei tornei nazionali del 3 e 5 giugno prossimi) conquistavano un eccellente secondo posto, tenuto conto che per alcuni giocatori del vincitore Liceo Maiorana i posti nelle
Nazionale Allievi e Junior sono già molto più vicini.

Per ultimo, si disputava il torneo provinciale di scacchi online: quale occasione migliore per i giocatori del Liceo Grassi di salire sul gradino più alto del podio? Difatti ci riuscivano con grande autorità, piazzando ben 4 giocatori nei primi 6 della classifica individuale (Francesco Beltrani, Brenno Montalto, Diego Castro, Cristiano Di Palma) e il quinto che faceva classifica non lontano al 9° posto (Daniel Dawidczyk).

Insomma una bella partecipazione di qualità dei nostri studenti, anche nella modalità online. Dispiace solo che con questa situazione i nostri giocatori, soprattutto di scacchi, non abbiano potuto giocare per riprendere il posto che a loro spetta nei nazionali a squadre studenteschi, anche perché alcuni dei più forti voleranno all’Università e per gli altri non è certo sicuro che si torni alla normalità il prossimo anno. Ci consoleremo con le coppe e le medaglie che verranno assegnate alla scuola e ai migliori 5 giocatori nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *