4 commenti

  • Giorgia Ortu La Barbera

    Non trovando una sezione dedicata, approfitto di questo spazio in cui si parla dell’offerta formativa, perchè l’offerta è fatta anche delle decisioni che questa scuola prende per la gestione della situazione straordinaria che stiamo vivendo. Pongo quindi una una domanda alla dirigenza: come mai si è scelto di far ricadere l’orario 10-15 esclusivamente e stabilmente solo su alcune classi? Nelle decisioni che riguardano i ragazzi bisogna farsi guidare da criteri il più possibile equi ed inclusivi, che non ritrovo in questo provvedimento.
    Ci sono ragazzi pendolari che non avendo corse compatibili con questi orari prendono il pullman comunque alle 6.45 per rientrare la sera alle 19.00. Il fatto che siano una quota minoritaria, non significa che non abbiano diritto ad essere ascoltati nelle loro esigenze.
    E anche gli studenti di Latina non possono sostenere stabilmente questo orario, che altera completamente la loro giornata. Dobbiamo fare tutti uno sforzo per rimanere a scuola, ma deve essere uno sforzo condiviso.
    In attesa di una risposta,
    Distinti saluti

    • gualtiero.grassucci

      Le classi che entrano alle 8.00 sono quelle del biennio, perché il loro orario prevede la sesta ora e con un ingresso alle 10.00 terminerebbero le attività alle 16.00, e le classi terminali (le quinte), le più delicate da molti punti di vista.
      In ogni caso la scuola sta discutendo soluzioni alternative tenendo conto delle difficoltà che via via si presentano.

      • giorgia ortu la barbera

        La ringrazio per la risposta, Rimane a mio avviso un criterio iniquo in quanto impatta, e fortemente, solo su alcuni.
        Un saluto.

        • Liceo Grassi

          Gentile Sig.ra, i quesiti alla Dirigenza si pongono tramite posta, non qui, perché non è un forum e inoltre la domanda è off topic. Ad ogni modo, come ha spiegato su il prof., si stanno cercando soluzioni alternative, coinvolgendo tutti gli organi collegiali. Ad es., più tardi avremo un CdD che farà seguito ad un recente CdI. La settimana prossima il Presidente dovrebbe convocare un nuovo CdI, su input appunto della Presidenza. È tutto in fieri come in ogni scuola che al momento sta affrontando problemi inediti e seri. È una sfida importante e ci vogliono pazienza e resilienza.
          Cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *