Solidarietà con le donne e la popolazione iraniana

Donna, Vita, Libertà. Sono le parole urlate il giorno del funerale di Mahsa Jîna Amini, la giovane ventiduenne curdo iraniana, arrestata dagli agenti della polizia morale e in seguito picchiata a morte perché indossava il velo in modo inappropriato

Da quel giorno le donne hanno riempito le strade e le piazze in Iran e in tutto il mondo, in molte togliendosi l’hijab e tagliandosi ciocche di capelli in segno di protesta. Con il sostegno di giovani e uomini che continuano a manifestare al loro fianco, la protesta per le violenze subite si è trasformata in una denuncia collettiva. 
 
Tuttavia, ad un mese dallo scoppio delle rivolte, più di 215 persone compresi minori sono morte e risulta difficile quantificare il numero di persone arrestate.   Le grida di rabbia e di dolore di coloro che hanno protestato sono state spente con la forza e con la violenza, nonostante fossero le voci di chi rivendicava diritti, libertà, giustizia, vita. Vita: quella che è stata sottratta a donne come Mahsa Amini. Libertà: quella che continua ad essere negata da un regime che opprime.
 Latina non vuole rimanere indifferente.

Vogliamo esprimere il nostro sostegno e la nostra solidarietà alle donne e al popolo iraniano. Vogliamo esprimere vicinanza, amplificare le loro voci e il loro grido di libertà.
 Sabato 22 Ottobre ore 16:30, Piazza del Popolo, Latina

ActionAid, Amnesty, Arcigay, Centro Donna Lilith, Collettivo Primo Contatto, Emergency,
Intercultura, Latina Coraggiosa, Magma, Polvere di Fate, Refugees Welcome, Solidarte,
Tempi Moderni,Tre Mamme per Amiche, Unione Italiana Apolidi