Mobilità internazionale

A cura della professoressa Loredana Fiaschetti.

Il liceo G. B. Grassi riconosce il ruolo primario della conoscenza delle lingue e culture straniere, mezzi indispensabili per aprire finestre sul mondo, pertanto è sempre più impegnato a stabilire e sviluppare la dimensione internazionale del proprio curricolo ed a favorire esperienze di mobilità dei propri studenti partecipanti a soggiorni di studio e formazione all’estero sia l’accoglienza di studenti europei ed extraeuropei ospiti dell’istituto al fine di contribuire all’arricchimento umano e spirituale degli studenti, all’abbattimento dei pregiudizi, offrendo loro nuove opportunità di apprendimento interculturale.

Dal protocollo per gli alunni che intendano frequentare un periodo di studio all’estero:

Prima della partenza

Entro il mese di novembre del secondo/terzo anno lo studente deve fornire al liceo e al docente referente, tramite il Coordinatore della sua classe, un’ informativa sul programma di studio che intende frequentare all’estero e sulla durata della permanenza. Il Consiglio di classe, in maniera informale, esprimerà un parere consultivo sull’opportunità o meno di tale esperienza.

Entro il mese di giugno.

La famiglia e lo studente dovranno sottoscrivere un Contratto formativo (Learning Agreement ) nel quale saranno evidenziate le modalità ed la frequenza dei contatti tra il liceo e l’istituto ospitante estero e saranno allegati i programmi delle materie che l’alunno non frequenterà all’estero calibrati sui saperi irrinunciabili per ciascuna disciplina.

Durante la permanenza all’estero

Appena possibile e comunque entro la prima settimana del mese di settembre, sarà cura delle famiglie
comunicare alla segreteria didattica del liceo tramite email all’indirizzo istituzionale quanto segue:

nome ed indirizzo della scuola estera

nome ed indirizzo email di eventuale tutor nella scuola estera

elenco delle materie scelte obbligatorie ed opzionali per il primo quadrimestre/semestre e, se note, anche quelle del secondo quadrimestre/semestre.

Sarà cura del docente coordinatore di classe tenersi in contatto con gli studenti e le famiglie nei mesi successivi.

Al rientro in Italia

Il Consiglio di classe, tramite apposito colloquio, valuterà il percorso formativo, partendo da un esame della documentazione rilasciata dall’istituto straniero e presentata dall’alunno per arrivare ad una verifica delle competenze maturate durante l’anno.

Iscrizione di studenti provenienti dall’estero

Ai sensi dell’art. 192 comma 3 del T.U. 297/94 i consigli di classe possono deliberare l’iscrizione di studenti provenienti dall’estero: Subordinatamente al requisito dell’età, che non può essere inferiore a quella di chi abbia seguito
normalmente gli studi negli istituti e scuole statali del territorio nazionale a partire dai dieci anni, il consiglio
di classe può consentire l’iscrizione di giovani provenienti dall’estero.

Allegati:

Per informazioni rivolgersi alla prof.ssa Letizia Cherri.