Liceo matematico: prova di ingresso, aggiornamenti

Come già annunciato in un altro post, la prova di ingresso per il liceo matematico è prevista per il 3 settembre prossimo.

Si tratterà di una prova svolta in due (dei tre) laboratori di informatica della scuola su personal computer (un pc per studente) e la valutazione del singolo candidato sarà visibile appena terminata la prova stessa.

Per facilitare la familiarità con il sistema scelto per la somministrazione (l’applicazione usata è Moduli Google) la scuola ha preparato un facsimile della prova di ingresso. Attenzione, il facsimile ha il solo scopo di mostrare le funzionalità del sistema per mezzo del quale sarà somministrata il prossimo settembre la prova reale.
In nessun caso le domande proposte in questo facsimile possono costituire un esempio dei quesiti della prova (per gli argomenti e le competenze vedere il post: Liceo matematico: prova di ingresso).
Il facsimile della prova di ingresso si può consultare (e compilare, come esercizio) seguendo questo collegamento. Ovviamente, la valutazione delle risposte non ha nessun valore: come già detto, il solo scopo di questo facsimile è quello di familiarizzare con il sistema scelto, non con le domande della prova.

Liceo matematico: prova di ingresso

La prova di ingresso per il liceo matematico è prevista per il 3 settembre prossimo con orario e modalità che saranno precisate in seguito.

La prova privilegerà soprattutto la risoluzione di problemi intesi … come questioni autentiche e significative e non solo esercizi a carattere ripetitivo o quesiti ai quali si possa rispondere semplicemente ricordando una definizione o una regola … senza però trascurare … la capacità di matematizzazione, formalizzazione e generalizzazione … (Indicazioni nazionali per il curriculo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione, settembre 2012 – www.indicazioninazionali.it/.../indicazioni_nazionali_infanzia_primo_ciclo.pdf).

In sostanza si richiederà allo studente:

  • di analizzare alcune semplici situazioni per tradurle in termini matematici,
  • di riconoscere schemi ricorrenti stabilendo analogie con modelli noti,
  • di scegliere le azioni da compiere concatenandole in modo appropriato per arrivare alla soluzione di un semplice problema.

Argomenti oggetto della prova

Gli argomenti e, ancora di più, le competenze necessarie, fanno riferimento alle Indicazioni nazionali per il curriculo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione che è possibile consultare anche online seguendo questo collegamento: www.indicazioninazionali.it/...infanzia_primo_ciclo.pdf. In particolare si fa riferimento agli Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola secondaria di primo grado per la matematica, che nel documento citato si trovano a pagina 52.

Per comodità del lettore riassumiamo nel seguito gli argomenti legati agli obiettivi citati.

  • Numeri
    • Numeri interi, razionali e reali, proprietà delle frazioni (anche applicati a situazioni reali),
    • Multipli e sottomultipli, massimo comun divisore e minimo comune multiplo
    • La retta reale e l’ordinamento (anche applicato a situazioni reali)
    • Proporzioni, anche applicate a situazioni reali, formule inverse, percentuali (soprattutto applicate a situazioni reali)
  • Geometria del piano cartesiano
    • Segmenti, punti e punto medio
    • Rette (perpendicolari e parallele)
  • Grafici, dati e previsioni (anche applicati a un problema reale)
    • Lettura di un grafico
    • Individuazione delle coordinate dei punti (note le ascisse e le ordinate leggere il valore, noto il valore e una delle due coordinate determinare l’altra)
    • Pendenza di un segmento su un grafico
    • Massimi e minimi su un grafico
    • Riconoscere una relazione tra serie di dati in tabella e la loro rappresentazione su un grafico e viceversa
  • Geometria euclidea
    • Figure geometriche: riconoscere una figura e le proprietà di una figura
    • Aree e lunghezze misurate su figure composte
  • Semplici problemi di matematica applicata a situazioni reali
    • Linguaggio formale della matematica
    • Applicazioni di formule date
    • Descrivere con un’espressione numerica la soluzione di un problema

Liceo matematico: informazioni

A seguito di alcune richieste dei genitori e/o tutori di studenti e studentesse che hanno scelto il percorso del liceo matematico per il prossimo anno scolastico precisiamo che:

  • la prova di ingresso/selezione sarà sicuramente svolta nei primi giorni di settembre prossimo, la data è ancora da stabilire;
  • la tipologia della prova, la struttura e i contenuti saranno pubblicati, con ogni altra informazione necessaria alla preparazione entro la fine del corrente mese di giugno.

I tempi sono dettati in parte dagli impegni della scuola in questa fase finale dell’anno scolastico e in parte (anche) dalla necessità di coordinamento con l’università e le altre scuole della regione che propongono lo stesso percorso di potenziamento.

Per quanto riguarda infine un eventuale incontro con le famiglie per presentare le linee guida di questo percorso, in modo simile a quanto fatto lo scorso anno, a nostro avviso non sembra necessario (e infatti le richieste in questo senso sono state pochissime) perché, contrariamente all’anno precedente, il liceo matematico non è una novità ed è stato presentato nel corso delle attività di orientamento nelle scuole e all’Open-Day del liceo lo scorso gennaio. Ovviamente ci fossero impellenti necessità da parte di un numero sostanzioso di genitori/tutori cercheremo di rispondere a queste esigenze.

Liceo matematico

La pagina dedicata al liceo matematico su questo sito la potete trovare seguendo questo collegamento.

Il collegio dei docenti, facendo seguito a una delibera del consiglio di istituto, ha approvato, nella seduta di martedì 16 maggio scorso l’istituzione nella nostra scuola del Liceo matematico.

Si tratta di un potenziamento della didattica laboratoriale indirizzato all’apprendimento della matematica, della fisica e delle scienze in generale (privilegiando comunque la matematica).

Le linee guida del Liceo matematico, così come sarà introdotto nel nostro liceo, saranno illustrate dalla dirigente scolastica e dagli insegnanti che lo hanno progettato ai genitori degli iscritti alle future prime classi. L’incontro è per sabato prossimo, 27 maggio, alle ore 10.00 nell’aula magna della scuola.

Il potenziamento seguirà due linee di intervento:

  • una sezione dedicata (una classe prima a partire dall’anno scolastico 2017-2018) coinvolgendo l’intero consiglio di classe nella didattica laboratoriale e nelle attività di potenziamento disciplinari, multidisciplinari, interdisciplinari
  • un laboratorio diffuso indirizzato agli alunni delle altre classi del liceo (a partire dall’anno scolastico 2017-2018 solo gli alunni delle prime classi ampliando l’offerta, via via, agli alunni delle classi successive) con attività organizzate in orario pomeridiano incentrate sugli stessi argomenti suggeriti o proposti per la sezione di liceo matematico

L’opzione Liceo matematico può essere indicata al momento di presentare il modello a per richiesta congiunta di frequenza nella stessa classe.

La proposta

Il liceo matematico prevede ore aggiuntive di potenziamento rispetto ai normali percorsi scolastici con l’intento, in accordo con quanto espresso nella premessa del progetto (l’intero progetto sarà presto disponibile su questo sito):

  • di accrescere e approfondire le conoscenze della matematica e delle sue applicazioni;
  • di favorire collegamenti (e suggerire attività di laboratorio) tra la matematica, la fisica e le discipline scientifiche in genere;
  • di favorire collegamenti (e suggerire attività di laboratorio) tra la cultura scientifica e la cultura umanistica nell’ottica di una formazione culturale completa ed equilibrata

Il progetto del liceo matematico è supportato dal Dipartimento di matematica dell’Università degli studi di Roma La Sapienza . Il liceo, infatti, nasce con la stipula di un accordo tra il dipartimento e la scuola, accordo che prende la forma di un protocollo d’Intesa.

Il dipartimento di matematica in questione riconoscerà ai diplomati del liceo matematico che sceglieranno il corso di laurea in Matematica presso l’Università La Sapienza 3 crediti formativi.