Il liceo grassi alla maratona di Roma

In occasione della maratona dì Roma del 2 aprirle il Ministero dell’istruzione dell’università e della ricerca ha inteso coinvolgere le studentesse e gli studenti delle istituzioni scolastiche di secondo grado in una maratona progettuale innovativa (HACHATHON) con l’obiettivo di immaginare nuovi processi, prodotti e servizi innovativi sullo sport e i corretti stili di vita. Lo scopo dì questa partecipazione è stato quello dì valorizzare lo sport come elemento centrale della qualità della vita degli studenti, come mezzo per accorciare le distanze tra culture e come momento di condivisione di storie e valori.

La manifestazione si è svolta a Roma, Palazzo dei congressi il 30 e il 31 marzo, e ha visto la partecipazione dì istituzioni scolastiche ad indirizzo sportivo della Regione Lazio, in particolare 12 studenti (6 ragazzi e 6 ragazze) frequentanti il terzo e il quarto anno. Referente dell’iniziativa è stato il prof. Truppa, mentre il docente accompagnatore è stato il prof.Onnelli.

I ragazzi suddivisi in gruppi di lavori misti hanno prodotto dei lavori che hanno riguardato il mondo dello sport,dell’innovazione e dell’inclusione sociale. I nostri alunni e le nostre alunne si sono distinti nella partecipazione e quattro di loro sono stati tra i tre gruppi dei vincitori che li porterà a Losanna in estate per continuare questo lavoro con altre scuole ed altri ragazzi.

Bravi e compimenti a tutti.

Riaccendiamo le stelle

Il planetario del liceo

Latina si mobilita per contrastare l’inquinamento luminoso

A cura di Carlo Capodilupo, Roberta Giorgi, Rita Macrì.

M’illumino di Meno, l’iniziativa nazionale promossa da Caterpillar mirata al risparmio energetico e alla riduzione dell’inquinamento luminoso, è stata celebrata a Latina il 23 e il 24 febbraio sotto l’egida del Comune di Latina e dell’Associazione Pontina d’Astronomia (APA-lan).

Il convegno in aula magnaLe attività sono iniziate Giovedì 23 febbraio con il corso inquinamento luminoso e risparmio energetico: L.R. 23/2000 e Reg.Att. 08/2005 dedicato all’aggiornamento e sensibilizzazione dei tecnici comunali nonché della Polizia Municipale. Il Sindaco di Latina Dott. Damiano Coletta e l’Assessore all’Ambiente Roberto Lessio hanno dimostrato la spiccata sensibilità alle problematiche ambientali della nuova Amministrazione Comunale. Il presidente dell’Unione Astrofili Italiani avv. Mario Di Sora ha tenuto una Lectio Magistralis sull’inquinamento luminoso che ha coinvolto e certamente convinto tutto l’uditorio ad affermare che: l’inquinamento luminoso è un inquinamento come tutti gli altri, in quanto tale va limitato e contrastato. Il Comune di Latina effettuerà a breve il passaggio dalliilluminazione al sodio all’illuminazione a LED tenendo conto di tutte le prescrizioni tecniche presenti nella normativa regionale che è stata ampiamente spiegata, in questa occasione, dall’ing. Alessandra Cappelli in rappresentanza dell’ARPA Lazio. L’incontro si è concluso con una prova di grande collaborazione tra la Polizia Municipale e le associazioni di astrofili. Infatti, il protocollo d’intesa firmato tra il Comando di Polizia Locale del Comune di Frosinone e l’Osservatorio Astronomico di Campo Catino ha permesso di effettuare centinaia di controlli sul territorio ciociaro, quindi di limitare e contrastare in modo efficace l’utilizzo di impianti di illuminazione esterna non a norma. Si spera che anche comuni limitrofi, nonché proprio il Comune di Latina, possa prendere questo esempio positivo e riproporlo anche sul proprio territorio.
L’intensa giornata del 24 febbraio ha avuto inizio la mattina all’interno del liceo scientifico G.B. Grassi con la partecipazione attiva degli studenti che hanno sensibilizzato sull’argomento coetanei di altre scuole, partecipanti al progetto Eco-Schools, attraverso conferenze e spettacoli al planetario Livio Gratton; studenti del liceo Grassi che nel corso dell’anno hanno preso parte al progetto di Alternanza Scuola-Lavoro … indi uscimmo a riveder le stelle … supervisionato dall’APA-lan.

Dalle ore 9 alle ore 13 le scuole hanno seguito dei veri e propri percorsi che prevedevano come prima tappa uno spettacolo dimostrativo al planetario per far apprezzare la bellezza di un cielo pulito e non inquinato dall’uomo.  Terminato il tour stellare nel planetario l’argomento è stato poi approfondito nel corso delle conferenze in aula magna. Le condizioni meteo non ottimali hanno purtroppo impedito l’uso dei telescopi, comunque presenti, per l’osservazione del Sole e della bellissima fase di Venere.

M’illumino di Meno è stato un successo sotto ogni punto di vista ponendo l’accento su un problema tanto trascurato quanto importante, coinvolgendo l’interesse degli studenti a tal punto da vederli scendere la sera nella piazza principale di Latina a seguito di uno spegnimento simbolico delle sue principali luci. Nonostante il cattivo tempo, gli studenti del ITC Vittorio Veneto-Salvemini e del Liceo Artistico hanno intrattenuto la folla, tra cui anche il Sindaco ed altre autorità locali, con un breve ma intenso flashmob. Presenza importante e constante, in tutte le attività presentate, quella dell’ing. Luciana D’Ascanio, Energy Manager del Comune di Latina, ideatrice e forte sostenitrice dell’iniziativa sin dalla sua nascita.

Attività, quindi, che ha visto la partecipazione di bambini, studenti ed enti comunali. Uno scambio di idee e conoscenze che ha contribuito senza dubbio al successo di questa giornata, dimostrando ancora una volta che il cambiamento avviene dove c’è cultura e quando questo coinvolge tutti.

Il domino di latino

A cura della professoressa Sabrina Gallucci.

Anche quest’anno,il 16/03/17 si è svolto Il domino di Latino, un gioco in lingua latina, che ha coinvolto 11 classi del primo anno. Vincitori ex aequo sono stati gli alunni della classe 1°F (squadra  Girls+Simon: Atrei Angelica, Rinaldi Benedetta, Vilardi Deborah, Bonelli Simone) e della 1°L (squadra I.F.R.: Ilardi Federico, Falconio Dennis, Riccio Anna Carolina); secondi classificati gli alunni della classe 1°B: (squadra Hic sunt leones: Marchetti Elena, Russo Alice, Scaccia Claudio, Marchiotto Andrea); terzi classificati gli alunni della classe 1°D (squadra Giacche: Poli Matte, Proia Beatrice, Balassone Bianca).

Proporre lo studio del lessico latino sotto forma di gioco è un’idea che è venuta pensando a come stimolare ed interessare gli alunni ad una lingua che essi associano alla brutta metafora di lingua morta,a qualcosa di avulso  e lontano dal loro mondo. L’aura del Latino oggi sembra dissolta, perchè, per gli adolescenti di oggi, sembra contare solo il mondo della tecnologia, mentre è importante far capire loro che studiare il latino significa dialogare con una civiltà che non è mai terminata, di cui facciamo parte, senza rendercene conto, e che sotto il giardino della lingua quotidiana c’è il tappeto delle radici antiche (Viva il latino, Nicola Gardini). L’entusiasmo e la capacità di ogni studente di sapersi mettere in gioco, contribuendo al successo della squadra, hanno saputo trasformare questa iniziativa in uno spazio felice. Ringrazio tutti gli alunni che hanno partecipato e, in particolare, i docenti di latino che hanno aderito a questa attività.

Pi-Day 2017

Martedì prossimo, 14 marzo, torna il Pi-Day: la festa di Pi greco. Un pomeriggio di attività e laboratori tutti mirati al calcolo di un’approssimazione del numero pi greco partendo da una situazione reale, una misura, un esperimento! Per i risultati vedere le pagine dedicate.

Il 14 marzo (3/14 nella notazione anglosassone) infatti è la giornata internazionale dedicata a uno dei numeri più affascinanti. In geometria il numero pi greco è definito come il rapporto tra la lunghezza della circonferenza e il diametro della stessa circonferenza, definizione semplice all’apparenza ma che apre a tutta una serie di proprietà e curiosità non solo geometriche e non solo matematiche e, soprattutto, a una infinita serie di cifre decimali.

Il 14 marzo diventa quindi, nel mondo e nella nostra scuola, un po’ un giorno dedicato alla matematica con uno stile allegro e un po’ scanzonato ma non solo. Infatti i laboratori e le attività proposti agli studenti richiedono dedizione, cura e, spesso, tanto tanto lavoro. Lavoro ricompensato dalla festa che conclude il pomeriggio e dalla torta!

Martedì 14 marzo, dalle 14.00 alle 17.30.

Maggiori informazioni nelle pagine dedicata a questa attività.

Model United Nations

Due nuovi progetti per la nostra scuola: IMUN (Italian Model United Nations) e GCMUN (Global Citizens Model United Nations) promossi dall’Associazione United Network sono stati particolarmente apprezzati dagli studenti che vi hanno partecipato.

I Model United Nations sono simulazioni   dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nelle quali gli studenti si cimentano e approfondiscono i temi oggetto dell’agenda politica internazionale indossando i panni di ambasciatori e diplomatici e svolgendo attività tipiche della diplomazia: tengono discorsi, preparano bozze di risoluzione, negoziano con alleati e avversari.

Sia per IMUN che si è svolto a Roma (6/10 Febbraio 2017), sia per GCMUN (20/28 Febbraio 2017) che si è svolto a New York, tutto è iniziato il 30 Novembre 2016 presso l’Hotel Europa di Latina dove si è tenuta la Pre-Conference: momento ufficiale di apertura di entrambi i programmi.

A Roma come a  New York, i nostri studenti si sono distinti per la preparazione linguistica e culturale e per un attivo e determinante contributo ai lavori delle diverse commissioni.

M’illumino di meno

M'illumino di meno

Riportiamo da http://caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno/

Il 24 febbraio 2017 torna M’illumino di Meno, tredicesima edizione.
Caterpillar è in diretta dalle 18.00 alle 20.00 per seguire gli spegnimenti in giro per l’Italia.

Insieme a voi in questi anni abbiamo spento i principali monumenti italiani ed europei come gesto simbolico di risparmio energetico. Abbiamo cominciato quando ancora la sensibilità verso i temi ambientali era poco diffusa e dopo 13 anni di campagna la cura del pianeta è diventata sempre più impellente. Le sfide energetiche si rinnovano, così M’illumino di Meno si rinnova grazie alla partecipazione di centinaia di migliaia di sostenitori che si mettono in gioco in prima persona con azioni concrete.

Rinnoviamo l’invito a spegnere le piazze, le illuminazioni private e pubbliche il 24 febbraio 2017 …

Seguendo questo collegamento potete leggere la locandina degli eventi a Latina.

Concorso Premio alle scuole

Anche quest’anno il Lions Club Sabaudia San Felice Circeo Host ha indetto il concorso Premio alle scuole rivolto a noi ragazzi delle superiori. I Lions, sempre attenti nell’intercettare le istanze più pressanti ed educative della società, in particolar modo per i giovani, hanno ritenuto opportuno focalizzare la tematica sull’immigrazione, fenomeno oggi sempre più sentito. Considerando quest’argomento molto prolifico e stimolante, senza rimuginare troppo sui miei pensieri, ho deciso di partecipare a questo concorso, un’occasione unica e speciale per esporre i miei pensieri e perché no, nel caso avessi vinto anche di entrare in possesso di una borsa di studio che mi avrebbe permesso di partecipare ad uno scambio culturale di tre settimane all’estero interamente coperto dai Lions.

Forte del valore delle mie idee e motivato dall’opportunità che mi si presentava ho scritto questo tema, ovviamente non immaginavo di vincere, ma ci speravo con tutto me stesso. Mi spunta un sorriso se ripenso a quando ho scoperto di essere stato selezionato, proprio il giorno di Natale, una telefonata. Inizialmente pensavo fosse uno scherzo, forse organizzato da qualche mio amico, invece no, non credevo ai miei occhi, ero entusiasta. I miei nemmeno se l’aspettavano, pensavano li stessi prendendo in giro. Ho subito riferito la notizia alla mia professoressa Di Lorenzo, è stata lei a consegnarmi il bando e a spronarmi convinta che potessi farcela.

Ringrazio i Lions per l’opportunità datami e l’attenzione da sempre rivolta ai giovani e al servizio della comunità, la mia scuola per l’ambiente competitivo e stimolante che fornisce a noi studenti e tutte le persone che mi hanno sostenuto.

A cura di Carlo Capodilupo

Shakespeare lives in … 2016

a cura delle professoresse Isabella Marcellini e Giulia Di Napoli
250 studenti con le loro insegnanti hanno presentato il progetto Read on all’evento
 Shakespeare lives in Italy tenutosi venerdì 9 dicembre a Montecitorio. L’evento, organizzato dal British Council e dall’Ambasciata Inglese, ha festeggiato la chiusura delle attività legate allo Shakespeare lives in svoltesi nel corso del 2016.
Gli studenti, alla presenza dell’Ambasciatrice Inglese Jill Morris, del Direttore del British Council in Italia Paul Sellers, della responsabile di Rai Cultura Silvia Calandrelli e della senatrice Montevecchi, coordinati da Donatella Fitzgerald, responsabile per l’Italia del Sud della Oxford University Press, hanno mostrato i loro progetti.
Il nostro Liceo ha presentato una  selezione di immagini, brani recitati e cantati tratti dallo spettacolo Afternoon with Shakespeare, organizzato dal Dipartimento di Lingua Inglese nell’Aprile 2015.
Qui di seguito alcune foto della giornata (portando il cursore del mouse sull’immagine attualmente visualizzata appaiono due pulsanti a forma di freccia per passare all’immagine precedente e successiva).

Le comunicazioni ai docenti e agli studenti disponibili online

Logo Google

Dal mese di febbraio, in via sperimentale, le comunicazioni ai docenti e agli studenti saranno disponibili – condivise – sulla piattaforma Google della scuola e accessibili attraverso il proprio account per così dire istituzionale …@liceograssilatina.org.

Per facilitare l’accesso è stata aggiornata la paina dedicata alla piattaforma e aggiunti due brevi tutorial, speriamo utili ed efficaci:

Ricordiamo che per ogni problema o suggerimento si può contattare la funzione strumentale, professor Gualtiero Grassucci.

In particolare, per gli studenti che non avessero mai effettuato l’accesso o avessero smarrito la password, che si può richiedere una nuova password inviando una e-mail al referente (vedi sopra), specificando la richiesta di nuova password, il proprio nome (con eventuale secondo nome) e il proprio cognome. La nuova password viene inviata alla coordinatrice e ala segretaria della classe che avrà cura di farla avere allo studente.

1 7 8 9 10