Attività didattica

La programmazione di dipartimento disciplinare

I Dipartimenti disciplinari, all’inizio di ogni anno scolastico, approntano una Programmazione didattica per materia in cui sono delineati:

  • gli obiettivi minimi;
  • le competenze da raggiungere alla fine del primo biennio e dell’intero percorso di studi;
  • i contenuti, scanditi nel quinquennio;
  • le metodologie;
  • le modalità di verifica, gli indicatori e i livelli di valutazione.

La programmazione del consiglio di classe

Il Consiglio di Classe elabora il documento di Programmazione in cui sono elencati:

  • il profilo della classe;
  • gli obiettivi cognitivi e formativi;
  • le strategie da adottare;
  • le attività integrative;
  • i criteri generali di valutazione.

Il documento programmatico del C.d.C. è presentato ai genitori in occasione della prima riunione del Consiglio in cui sono presenti le componenti elette (genitori – studenti)

La programmazione didattica individuale

La programmazione è il percorso annuale che applica alle singole discipline le decisioni del Collegio dei Docenti, elaborate dai Dipartimenti disciplinari e dai Consigli di Classe in modo da garantire la libertà d’insegnamento in una dimensione collegiale, nel rispetto della nostra costituzione.

All’inizio dell’anno scolastico il piano didattico individuale è elaborato dai singoli docenti per ogni materia insegnata in ciascuna classe.

La programmazione per disturbi e/o difficoltà di apprendimento

Particolare cura e attenzione è adottata dai Consigli di Classe nell’elaborazione del Piano Didattico Personalizzato (PDP), che deve essere predisposto ogni qualvolta sia presente in classe un alunno certificato ai sensi della legge 170 del 2010.

Il PDP viene condiviso con l’alunno e la famiglia.