Concluso il Premio Scuola Digitale

PSD I presentatori

Fase provinciale per Latina

A cura delle professoresse Letizia Cherri, Francesca Cirilli e Lucilla Galterio

Anche quest’anno il nostro Liceo , in qualità di scuola polo, ha organizzato il Premio Scuola Digitale, fase provinciale, evento che ha visto la partecipazione di un gran numero di scuole, 18 candidature, crescente di anno in anno, tanto che per la prima volta si è resa necessaria la preselezione dei 12 progetti finalisti, 6 per ciascun ordine di scuola.

Tuttavia la principale novità di quest’anno, una vera sfida, è stata la necessità di costruire un evento che si svolgesse interamente da remoto, live, e con la partecipazione simultanea di tutti gli attori, a partire dai nostri studenti presentatori, quelli in gara, la giuria, il nostro dirigente.

Abbiamo dovuto mettere in campo nuove e diverse capacità organizzative, mettendo in rete un vero spettacolo  live, con collegamenti esterni continui, e momenti in  diretta dalla bella biblioteca del nostro liceo.  Abbiamo utilizzato un canale YouTube per trasmettere in diretta l’evento e due piattaforme di comunicazione Vmixcall e Google Meet, coordinate in modo magistrale dalla regia, curata dalla Liotech.

Ciascuna scuola selezionata ha potuto così presentare il proprio progetto, video e pitch, rispondere ad eventuali domande della giuria, che seguiva via YouTube ed era contemporaneamente collegata via Meet.

Riteniamo che questa modalità, a parte la complessità organizzativa, con cui abbiamo dovuto confrontarci, abbia dato una visibilità potenziale all’evento senza eguali, consentendo a tutti gli interessati la possibilità di seguirlo sia in diretta che in differita, senza le limitazioni di pubblico con cui abbiamo dovuto fare i conti nelle edizioni precedenti. 

Questa considerazione suggerisce l’eventualità di utilizzare l’esperienza acquisita per migliorare e rendere più fruibile l’evento, nelle prossime edizioni, che tutti ci auguriamo in presenza, affiancando l’utilizzo dei canali social allo svolgimento tradizionale. 

Infine…e non certo per importanza.. ci preme sottolineare il magnifico risultato del progetto del Liceo Grassi, nuovamente vincitore della sfida, primi classificati, chiamati  a rappresentare la nostra provincia nella fase regionale.

Ad maiora.

Premio Scuola Digitale Latina

Locandina PSD 2021

Premio Scuola Digitale terza edizione, fase provinciale, organizzata dal Liceo Scientifico “G.B.Grassi” in diretta dal canale youtube https://www.youtube.com/watch?v=J2Jg-T-Xxr8 , il 22 aprile 2021 dalle ore 10:00.

Programma

  • Ore 10:00 Apertura
  • Ore 10:10 Saluti Del Dirigente Scolastico Sergio Arizzi, Lancio video apertura
  • Ore 10:20 Presentazione Giuria
  • Ore 10:30 I.C. G. Giuliano Latina
  • Ore 10:40 I.C. Leonardo Da Vinci – Rodari Latina
  • Ore 10:50 IC. Giacomo Matteotti Aprilia
  • Ore 11:00 I.C. Don Milani Terracina
  • Ore 11:10 I.C. Vitruvio Pollione Formia
  • Ore 11:20 I.C. Torquato Tasso Latina

Intervallo

  • Ore 11:40 I.I.S. G. Caboto Gaeta
  • Ore 11:50 LS G.B. Grassi Latina
  • Ore 12:00 LS E. Majorana Latina
  • Ore 12:10 I.I.S. Pacifici De Magistris Sezze
  • Ore 12:20 I.I.S. Campus Dei Licei – M. Ramadú Cisterna
  • Ore 12:30 I.I.S. Carlo E Nello Rosselli Aprilia

Intervallo

  • Ore 12:40 Giuria Proclamazione Dei Vincitori
  • Ore 12:50 Saluti di chiusurai del dirigente scolastico Sergio Arizzi

Auguri pasquali del dirigente

Il Golgota

A cura del dirigente prof. Sergio Arizzi

Gentili docenti, dsga, amministrativi, tecnici e collaboratori scolastici, cari studenti e famiglie, anche questa Pasqua si avvia ad essere ‘speciale’, visto che per la seconda volta di fila ci ritroveremo ad affrontare una festività con restrizioni pandemiche. Non ho parole per descrivere l’irripetibilità di quanto stiamo attraversando e se, a dicembre, vi ho invitato a riscoprire i valori veri e gli affetti familiari, adesso, oltre a rinnovarvi questa preghiera, suggerisco – e penso soprattutto ai
miei allievi – di dedicarvi alla lettura come forma di catarsi e, nel farlo, gradirei di citarvi uno dei miei autori preferiti:

Le donne salgono a fianco di Gesù, alcune qui, altre là, e Maria di Magdala è quella più prossima, ma non gli si può avvicinare troppo perché i soldati non glielo consentono, come non faranno passare nessun uomo e nessuna donna nelle adiacenze del luogo dove sono erette tre croci, due delle quali già occupate da altrettanti uomini che urlano e gridano e piangono, e la terza, nel mezzo, in attesa del proprio uomo, diritta e verticale come una colonna  a sostegno del cielo. I soldati dissero a Gesù di sdraiarsi ed egli si adagiò, gli aprirono le braccia sul patibolo e, quando il primo chiodo, sotto il brutale colpo di martello, gli perforò il polso nello spazio fra le due ossa, il tempo retrocesse in una vertigine istantanea, e Gesù provò il dolore che aveva sentito suo padre, si vide come aveva veduto lui, crocifisso a Sefforis, poi l’altro polso e, immediatamente, la prima lacerazione delle carni quando il patibolo cominciò ad essere issato a strattoni verso la cima della croce, l’intero peso sostenuto dalle fragili ossa, e fu quasi un sollievo quando gli spinsero le gambe verso l’alto e un terzo chiodo gli attraversò i calcagni, adesso non c’è più niente da fare, c’è solo da attendere la morte […].

Da “Il Vangelo secondo Gesù Cristo” di J. Saramago

Buona Pasqua a tutta la comunità educativa.

Il Dirigente
Prof. Sergio Arizzi